Amore & Relazioni - Il gioco “scientifico” dell’amore - Fuori Schema - risorse gratuite per la formazione personale

Vai ai contenuti
Il gioco “scientifico” dell’amore
Facciamo un gioco, e scopriamo se ci innamoriamo. Le strade per l’innamoramento sono tante e spesso sconosciute. Cosa direste se un gruppo di ricercatori e scienziati individuassero un metodo, sufficientemente attendibile, per agevolare l’innamoramento? Un “gioco” ideato nel 1997 dallo psicologo Arthur Aron noto in Italia come le “36 domande per innamorarsi” C’è uno studio condotto nel 1997 da alcuni ricercatori che è destinato a tornare alla ribalta periodicamente per i suoi contenuti originali ed anche per i risultati prodotti nel corso della ricerca e per quelli maturati successivamente: due dei soggetti che volontariamente si sottoposero a questo studio sulla “creazione sperimentale di intimità interpersonale” dopo pochi mesi convolarono a giuste nozze. In questi anni
in diversi hanno riprodotto, più o meno fedelmente le condizioni di questo esperimento, riportando risultati differenti, seppure tutti hanno riscontrato un netto miglioramento dell’intimità interpersonale tra i soggetti coinvolti: chi vi ha partecipato ammette di essersi sentito più vicino ed in maggiore intimità con la persona prescelta per condividere l’esperimento.

Il report dell’esperimento condotto nel 1997 da Arthur Aron, Edward Melinat, Elaine N. Aron, Robert Darrin Vallone e Renee J. Bator è disponibile in formato pdf ed in lingua originale al seguente link

Per chi preferisse averne subito un’idea eccovi una sintesi dell’esperimento che, chiunque può provare , magari per gioco, a fare e che non vi porterà via più di 45 minuti. Qualora decideste di farlo in prima persona o di farci “giocare” qualche amico, fateci sapere come è andata.

Presupposti

Le persone coinvolte, nella sperimentazione due eterosessuali di genere opposto, si ritrovano in un ambiente tranquillo ed il più possibile privo di distrazioni esterne: c’è comunque chi l’ha fatto al pub.
I due soggetti debbono essere seduti l’uno difronte l’altro.
Uno dei soggetti legge ad alta voce, poi entrambi debbono eseguire/rispondere partendo da colui che ha letto il punto. La lettura può essere effettuata sia alternandosi che non, l’importante è rispettare la successione dei punti che sono suddivisi in tre sezioni ciascuna di 12 punti.
 
Il tempo stimato è di circa 45 minuti, seppure viene raccomandato di prendersi il tempo di cui si ha bisogno.
Al termine i due soggetti debbono guardarsi per 4 minuti.

I 36 punti

Questo l’elenco dei 36 punti, tra domande e compiti di cui è composto il test, che vi proponiamo nella nostra traduzione dall’inglese all’italiano:

Set 1

1.      Se potessi scegliere tra tutte le persone al mondo, chi vorresti avere a cena come ospite?
 
2.      Ti piacerebbe essere famoso? Per cosa?
 
3.      Prima di fare una telefonata, provi mai quello che stai per dire? Perché?
 
4.      In che modo per te una giornata può essere definita “perfetta”?
 
5.      Quand’è l’ultima volta che hai cantato tra te e te? E davanti a qualcun altro?
 
6.      Se potessi vivere con la presenza mentale o la prestanza fisica di un trentenne nei tuoi ultimi 60 anni di vita, cosa sceglieresti due?
 
7.      Hai un segreto presentimento su come morirai?
 
8.      Elenca tre cose che tu e il tuo partner sembra abbiate in comune.
 
9.      Per cosa ti senti più grato nella tua vita?
 
10.  Se tu potessi cambiare qualcosa del modo in cui sei stato cresciuto, quale sarebbe?
 
11.  Prenditi quattro minuti e racconta al tuo partner la storia della tua vita il più possibile in dettaglio.
 
12.  Se potessi svegliarti domani avendo acquisito una qualità o un’abilità, quale sarebbe?

Set 2

13.  Se potessi vedere in una sfera di cristallo la verità su te stesso, la tua vita, il futuro o qualsiasi altra cosa, che cosa vorresti sapere?
 
14.  C’è qualcosa che sogni di fare da tanto tempo? Perché non l’hai fatto?
 
15.  Qual è il traguardo più importante della tua vita?
 
16.  Cosa apprezzi di più in un’amicizia?
 
17.  Qual è il tuo ricordo più prezioso?
 
18.  Qual è il tuo ricordo peggiore?
 
19.  Se tu sapessi che entro un anno morirai, cambieresti qualcosa del modo in cui stai vivendo? Perché?
 
20.  Che cosa significa l’amicizia per te?
 
21.  Che ruolo hanno nella tua vita l’amore e l’affetto?
 
22.  Elencate alternandovi 5 caratteristiche positive dell’altro.
 
23.  Quanto ti è vicina la tua famiglia? Pensi che la tua infanzia sia stata più felice degli altri?
 
24.  Che cosa pensi del rapporto che hai con tua madre?

Set 3

25.  Ciascuno dice tre frasi con “noi”. Ad esempio: “Siamo entrambi in questa stanza e ci sentiamo…”
 
26.  Completa questa frase: “Vorrei avere qualcuno con cui poter condividere…”
 
27.  Spiega al tuo partner le cose che sarebbe importante sapesse di te, se diventaste molto amici.
 
28.  Dì al tuo partner che cosa ti piace di lui; sii molto onesto, e dì anche cose che in genere non diresti a una persona che hai appena conosciuto.
 
29.  Condividi con il tuo partner un episodio imbarazzante della tua vita.
 
30.  Quando è stata l’ultima volta che hai pianto di fronte a un’altra persona? E da solo?
 
31.  Dì al tuo partner qualcosa che già ti piace di lui.
 
32.  Qual è, per te, l’argomento su cui non si può scherzare?
 
33.  Se tu stasera morissi senza poter più comunicare con nessuno, qual è la cosa che rimpiangeresti di non aver detto a qualcuno? Perché non gliel’hai ancora detta?
 
34.  La tua casa prende fuoco, con dentro tutto quello che possiedi. Dopo aver salvato le persone che ami e gli animali, hai il tempo per fare un’ultima corsa dentro e portare via un solo oggetto. Quale sarebbe? Perché?
 
35.  Qual è il membro della tua famiglia la cui morte ti colpirebbe di più? Perché?
 
36.  Parla di un tuo problema personale e chiedi al partner un consiglio su come affronterebbe questo problema. Chiedigli anche di descriverti come gli sembra che tu ti senta rispetto al problema di cui hai scelto di parlare.

Conclusione

A prescindere dai sentimenti, dialogare e comprendersi è per uomo e donna qualcosa che richiede impegno, e di certo anche un grande investimento capace di portare gioia e gratificazione. Ecco quindi una bellissima frase del poeta statunitense Robert Lee Frost: “Invecchia con me, perché il meglio deve ancora venire”. Provate il test e se avete piacere condividete con noi come è andata, come vi siete sentiti dopo e qualsiasi altra cosa desiderate.

Fonti:

Lo studio condotto, in lingua originale disponibile qui
 
 
seguici anche sui Social
Torna ai contenuti